Sharing School 2016

Il tema della seconda edizione della scuola è CO-Città e CO-territori, città e territori collaborativi. Il focus dei lavori, sulla progettazione e riprogettazione delle aree urbane e interne al tempo dell’economia collaborativa.

Come ambiti di intervento da approfondire con i partecipanti e i docenti sono stati scelti:  l’agricoltura collaborativa, l’abitare collaborativo, le periferie come luoghi di integrazione sociale, la cultura come conoscenza e promozione del turismo.

L’esperienza formativa si rivolge a:

– policy makers: politici, dirigenti e funzionari pubblici, amministratori che vogliono capire cosa è e come promuovere l’economia collaborativa;

– imprenditori, startupper e innovatori che hanno in mente un’idea, un progetto, un’attività e voglio capire come realizzarla al meglio;

– progettisti, addetti ai lavori e professionisti che operano per istituzioni pubbliche e private e vogliono capire come utilizzare gli strumenti dell’economia collaborativa.

 Sarà data priorità a 35 partecipanti, di cui 5 ”portatori” di progetti collaborativi, coerenti con il programma, da studiare e implementare insieme durante i giorni della Sharig School nelle sessioni laboratoriali.

 La priorità verrà data a progetti che presentano:

– elementi di innovazione digitale;

– tecniche di organizzazione e sviluppo di comunità;

– scalabilità e replicabilità del progetto;

– modello di sostenibilità di medio-lungo termine;

– obiettivi come la creazione di lavoro, la riduzione delle povertà urbane, l’uso sostenibile del territorio.

Per ulteriori informazioni: http://www.sharingschool.it/index.html 

Advertisements