Bando di selezione per il conferimento di una Borsa di Studio nell’ambito dell’iniziativa “Jobless Society Platform” Spazi, lavoro e cultura nell’era della disintermediazione e della collaborazione

logo

 

1. Finalità

La Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e l’Associazione culturale cheFare nell’ambito dell’iniziativa“Jobless Society Platform” promuovono il presente bando per una borsa di studio dal titolo:”Spazi, lavoro e cultura nell’era della disintermediazione e della collaborazione”.

2. Obiettivi del progetto

L’obiettivo della ricerca, della durata di 10 mesi, sarà quello di delineare lo stato dell’arte relativo al rapporto tra innovazione dei processi di produzione culturale e trasformazione degli spazi urbani, con particolare attenzione a quello che sta accadendo nella città di Milano e in altre aree metropolitane internazionali.

3. Il percorso di ricerca del presente bando

Tramite il presente bando si offre una borsa destinata a un ricercatore che svolga un’indagine rivolta ai processi di disintermediazione e alle pratiche di collaborazione che hanno investito e ridefinito il mondo del lavoro e in particolare quello della produzione culturale. Nell’ultimo decennio abbiamo assistito al passaggio da un paradigma verticale orientato sull’asse “produttori – consumatori” a un paradigma orizzontale caratterizzato dalla coesistenza e pluralità di attori sociali che interagiscono a livello reticolare. Il fenomeno di disintermediazione ha riconfigurato interi settori: quello dell’informazione, dell’editoria, delle arti e dell’industria creativa, fino al mondo della rappresentanza politica.

Se da un lato sono noti gli effetti di perdita prodotti dai processi di disintermediazione nel campo dell’industria culturale – non solo i tagli all’occupazione e i cali nelle vendite, ma anche la messa in discussione della funzione sociale e culturale tradizionalmente associata ai crediti formativi – dall’altro è necessario indagare come le nuove opportunità offerte dal web e dalle tecnologie digitali abbiano permesso, proprio a quegli stessi lavoratori cognitivi colpiti dall’effetto disintermediazione, di attivare strategie di scambio e co-produzione volte alla definizione di nuove strategie di sostenibilità economica.

La tecnologia e le piattaforme digitali hanno favorito la condivisione, migliorato la reciprocità, facilitato la redistribuzione e lo scambio. Le interazioni, tuttavia, non si producono solo a livello virtuale ma riaffermano una dimensione cooperativa e partecipativa anche nella gestione degli spazi fisici.

Se i progetti creativi possono rappresentare un mezzo efficace di rigenerazione e sviluppo sociale ed economico, va compreso in che modo i settori culturali costituiscano dei motori produttivi capaci di generare non solo economie e modelli di business innovativi, ma anche reti professionali e opportunità di lavoro e produzione culturale di qualità.

4. Articolazione della ricerca

Le attività principali del ricercatore consisteranno in:

1. rassegna della letteratura e della ricerca esistente sull’argomento a livello internazionale;

2. mappatura e analisi di casi studio rilevanti a livello nazionale e internazionale, con

particolare attenzione alla dimensione quantitativa degli impatti;

3. produzione editoriale e di comunicazione da realizzarsi su uno spazio digitale dedicato;

4. produzione divulgativa da realizzarsi attraverso un palinsesto di eventi dal vivo.

5. Caratteristiche dell’incarico

L’incarico:

– Si colloca all’interno della partnership tra Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e Associazione cheFare;

– ha il valore di 14.000 Euro (al lordo delle ritenute fiscali e previdenziali previste dalla legge);

– è della durata di n. 10 mesi a partire da luglio 2016 (escluso agosto 2016);

– a livello contrattuale è inquadrato come una borsa di studio;

– è destinato a un lavoro di ricerca, da svolgersi prevalentemente presso la Fondazione

Giangiacomo Feltrinelli, in via Romagnosi 3, a Milano: l’assegnatario dell’incarico potrà effettuare contemporaneamente altre attività, retribuite o meno, purché compatibili con
l’adempimento del programma di ricerca;

– è erogato in rate bimestrali posticipate. Qualora l’assegnatario non prosegua l’attività prevista dal programma di ricerca senza giustificato motivo o si renda responsabile di gravi e ripetute mancanze, potrà essere disposta la risoluzione del contratto.

1. Requisiti per la partecipazione

Sono ammessi a concorrere al presente bando in via esclusiva laureati magistrali, o dottorandi, dottori di ricerca o assegnisti di ricerca che alla data di scadenza di presentazione della domanda:

– abbiano conseguito il titolo di Dottore di ricerca e/o il titolo di laurea specialistica (D.M. 509/1999), laurea magistrale (D.M. 270/2004), laurea “Vecchio Ordinamento” (L. 341/1990);) in Scienze economiche, Scienze della politica; in Sociologia e Ricerca sociale, in Antropologia culturale ed etnologia, in Architettura e Urbanistica;

– non abbiano superato il giorno del compimento del quarantesimo anno di età;

– abbiano maturato esperienze di ricerca scientifica nell’ambito delle scienze sociali ed economiche.

Si richiedono inoltre:

– la conoscenza della lingua inglese. La conoscenza di una seconda lingua (francese, tedesco o spagnolo) costituirà titolo preferenziale;

– competenze informatiche di base.

2. Modalità di presentazione della domanda

La domanda di partecipazione, compilata utilizzando il modulo disponibile sul sito internet di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli di Associazione cheFare, dovrà essere corredata da:

– autocertificazione dei dati anagrafici e titoli di studio ai sensi del D.P.R. 445/00 (contenuta nel modulo di domanda disponibile sul sito web di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli);

– copia di un documento di identità in corso di validità;

– curriculum vitae et studiorum;

– una copia in formato digitale della tesi di dottorato/laurea e di eventuali

progetti/pubblicazioni che il candidato intendesse presentare. Le domande dovranno pervenire alla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli esclusivamente via email all’indirizzo spaziolavoro@fondazionefeltrinelli.it entro le ore 14.00 del 22 giugno 2016 indicando nell’oggetto “Candidatura Borsa di studio: Spazi, lavoro e cultura”. Non saranno prese in considerazione le domande che non soddisfino integralmente le condizioni sopra esposte. La presentazione della domanda di partecipazione implica la totale accettazione del presente bando.

Ai sensi del D.L. 196/2003 i dati personali dei partecipanti saranno raccolti e trattati dalla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e da Associazione cheFare unicamente per le finalità del presente bando.

3. Commissione giudicatrice

La Commissione giudicatrice sarà composta da 1 membro del Comitato scientifico del progetto “Jobless society Platform”, 1 rappresentante della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, 2 rappresentanti dell’associazione cheFare.

4. Valutazione dei titoli culturali e professionali, colloquio e graduatoria

Ai fini della graduatoria di merito, nel periodo compreso dal 22 al 27 di giugno 2016, la Commissione procederà a una prima valutazione dei titoli considerando:

– le esperienze culturali e professionali del candidato;

– la congruità degli argomenti trattati dal candidato nella tesi di dottorato/laurea e negli

eventuali progetti/pubblicazioni presentati con l’oggetto della ricerca descritto nel presente bando. I primi 10 candidati che otterranno la valutazione dei titoli più alta saranno invitati a un colloquio volto a verificare il grado di conoscenze e competenze specifiche e le attitudini professionali, in relazione alle funzioni e ai compiti da ricoprire.

I colloqui si svolgeranno, previa comunicazione, in un periodo compreso dal 29 al 30 giugno 2016, presso la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, in via Gian Domenico Romagnosi, 3, a Milano. I candidati dovranno presentarsi a sostenere il colloquio nel giorno, nel luogo e nell’ora indicati. La mancata presentazione sarà considerata rinuncia alla partecipazione alla selezione.

Al termine dei lavori, la Commissione giudicatrice redigerà una graduatoria di merito finale. Il giudizio della Commissione è inappellabile.

5. Informazioni

Richieste di informazioni aggiuntive e di chiarimento possono essere rivolte alla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, esclusivamente in forma scritta, all’indirizzo di posta elettronica: spaziolavoro@fondazionefeltrinelli.it

Advertisements